sabato 11 aprile 2015

Spaghetti agli agretti, limone e pinoli



Come Lilli e il Vagabondo, che nella scena più celebre del cartone animato finiscono a mangiare lo stesso spaghetto e lui, da galantuomo, le lascia l'ultima polpetta, allo stesso modo io avrei voluto assaggiare i suoi spaghetti agli agretti, verdura che io adoro. Ma ahimè, il glutine quel giorno me lo ha impedito.
Così, cercando tra vari negozietti della zona, un giorno eccoli li... gli agretti. E che facevo, non li prendevo e non rifacevo questa ricetta?

Per 3 persone:

250 gr. di spaghetti senza glutine
2 mazzi di agretti
1 limone
50 gr. di pinoli, tostati
olio, sale, peperoncino, aglio.

La ricetta è davvero semplicissima. 
La cosa importante è che gli agretti siano freschi, se li prendete dovete cucinarli la sera stessa, al più il giorno dopo, altrimenti andranno a deteriorarsi subito.
Prendete quindi la verdura, tagliate il fondo in modo da tenere solo la parte verde, lavatela delicatamente e fatela lessare per circa una decina di minuti, fondamentale conservare l'acqua di cottura.
In una padella capiente, mettete 4 cuchiai di olio, una punta di aglio, peperoncino, unite gli agretti scolati e fateli saltare qualche minuto a fiamma vivace. Successivamente prendete circa 1/3 degli agretti e frullateli con un mestolino scarso di acqua di cottura per ottenere una sorta di salsina. Unitela di nuovo alle verdure cotte e grattate la scorza di un limone.
A questo punto non vi resta che scolare la pasta e farla saltare col condimento. Dovete aver pazienza nel mescolare, altrimenti la verdura non risulterà ben amalgamata alla pasta.
Servite con pinoli tostati.

Buon appetito!

domenica 29 marzo 2015

Chocolate crinkle cookies


Tra gli ultimi esperimenti passati per questa cucina, ci sono i Chocolate crinkle cookies. Sono dei biscotti dalla consistenza particolare, sono fuori croccanti e dentro sono molto simili ad un brownie.
Vi assicuro che sono buonissimi! 

Le dosi sono in Cup, ma potete tranquillament utilizzare un convertitore in grammi.

Ingredienti:

1 cup di farina 00
⅓ cup di cacao in polvere amaro
½ cup di burro a temperatura ambiente
1 cupdi zucchero di canna
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
1 pizzico di sale
170 gr. di cioccolato fondente
1 cup di zucchero a velo

Ma come si fanno questi biscotti? 
Tritate il cioccolato e fatelo sciogliere bagnomaria, fatelo raffreddare.
A parte mescolate il burro morbido con lo zucchero fino a che non otterrete una crema, a questo punto unite un uovo alla volta, non unite il successivo fino a che il precedente non sarà del tutto incorporato.
Setacciate tutte le polveri e iniziate ad unirle al composto di burro e zucchero alternando con il cioccolato fuso, continuate fino a terminare gli ingredienti, dovrete ottenere un composto compatto.
Aiutandovi con un cucchiaino, create delle palline grandi come una noce e riponetele in freezer per 2 ore.
Trascorso questo tempo, preriscaldate il forno a 200°C, prendete le palline e rotolatele nello zucchero a velo, devono essere totalmente coperte.
Cuocetene poche alla volta in quanto in forno tendereanno ad appiattirsi, rischiando così di attaccarsi l'uno all'altro.
Cuoceteli per 20 minuti, facendo attenzione però che lo zucchero a velo non caramelli, devono creparsi e rimanere bianchi.
Fate raffreddare e servite.

Buon appetito!

mercoledì 4 marzo 2015

Choco-love Muffin


"I believe in memories because they look so pretty when I sleep,
And when I wake up you look so pretty sleeping next to me.
But there is not enough time
And there is no song I could sing
And there is no combination of words I could say...
But I will still tell you one thing
We so much better when we're together"


 

Vegan Chili!



Ve lo ricordate tutti il Chili vero? Quasi sicuramente lo avrete mangiato in qualche ristorante messicano all'interno di tortillas o fajitas. L'idea di rifarlo in chiave Veg col seitan al posto del macinato di carne (attenzione, il seitan contiene glutine! Potete provarlo a fare con l'equivalente di fiocchi di soia, ma la consistenza non sarà uguale) arriva da un lampo di genio di una sera: dopo aver ricevuto una foto di una cena tex-mex coi focchi, sono rimasta li con la gola di mangiare messicano, così mi sono messa a sperimentare e il risultato è stato eccellente!
Ora provatelo anche voi e sentitevi per un attimo un po' Bud Spencer e Terence Hill.


Ingredienti:

250 gr. di seitan alla piastra
500 ml di passata di pomodoro
150 gr. di mais
1 peperone rosso
1 peperoncino piccante
300 gr. di fagioli rossi
1 cipolla dorata
1 cucchiaino di paprika
1 spicchio di aglio


La prima cosa da fare è preparare il battuto in cui andrete a rosolare le verdure: tritate quindi la cipolla, l'aglio e il peperoncino il più fine possibile e fate rosolare il tutto a  fiamma media in tre cucchiai di olio. Quando la cipolla sarà tenera, unite il seitan che avrete tritato o a coltello o con l'ausilio di un mixer, dovrà essere simile a un macinato di carne; fate rosolare per circa 5 minuti e unite poi il peperone tagliato a cubetti, il mais e i fagioli rossi. 
Fate cuocere un paio di minuti e unite la salsa di pomodoro, la paprika e aggiustate di sale. Abbassate la fiamma e fate sobbollire per circa 20 minuti, il chili dovrà essere denso.
Il gusto piccante correggetelo alla fine a vostro piacimento, aggiungendo un po' di paprika o del peperoncino.
Lo potete servire con delle tortillas di mais (trovate la ricetta un paio di post sotto!), con della polenta come ho fatto io o sperimentare e realizzare i tacos!

Buon Appetito!

giovedì 5 febbraio 2015

Fusilli di riso e mais alla mela e curry con edamame



Qualche post va vi avevo parlato della scoperta (e relativa ossessione) per gli edamame.
Ve li ripropongo in un altro primo piatto che dall'accostamento può sembrare strano e inusuale, ma credetemi è eccezionale, tanto da aver convinto genitori parecchio scettici. Ultimamente poi sto cucinando in scale cromatiche, questo piatto è assolutamente green! 

Ingredienti per 4 persone

320/400 gr. di pasta
1 mela verde
1 cipolla 
200 gr. di edamame (io uso quelli surgelati della Orogel)
2 cucchiaini di curry
200 gr. di panna di riso o di soia
3 dl di brodo vegetale

Portate a bollore una pentola d'acqua e fate sbollentare gli edamame per 5 minuti, conservate l'acqua.
Tritate poi finemente la cipolla e rosolatela con un filo di olio in un tegame, unite la mela con la buccia e ridotta a piccoli cubetti, fate rosolare qualche minuto, unite il brodo poco alla volta, man mano che viene assorbito e fate cuocere per circa 20 minuti.
A questo punto unite gli edamame, il curry e la panna. Spegnete il fuoco e fate riposare.
Cuocete la pasta e fatela poi mantecare nella salsa insieme a una grattuggiata di pepe.
Servite ben caldo... io ho spolverato alla fine con un po' di sesamo nero.

Buon appetito!

domenica 1 febbraio 2015

Hummus alla barbabietola e Tortilla chips


Non spaventatevi per il colore, nessun colorante chimico, soltanto un uso smodato delle barbabietole rosse che io adoro follemente. Questa versione di hummus risulta leggermente più dolce, ma io l'ho trovata straordinaria. E che la serviamo senza un due tortillas? Una volta provate queste, non le comprerete più!

Ingredienti:

3 barbabietole rosse già cotte (io uso quelle sottovuoto)
Per l'Hummus vi lascio la ricetta qui
350 gr. di farina di mais fioretto
480 gr. di acqua
sale

Per l'hummus, seguite la ricetta che vi avevo già proposto tempo fa e all'ultimo aggiungeta la purea di tre barbabietole frullate, amalgamate bene e il gioco è fatto!

Per le tortillas, ve ne verranno circa 15, mescolate la farina e il sale e a poco a poco unite l'acqua. Quest'ultima deve essere tiepida, altrimenti se usate acqua fredda, le tortillas si spezzeranno. Impastate fino ad ottenere un impasto facilmente lavorabile con le mani. Dividetelo in 15 palline e stendetelo tra due fogli di pellicola, dovrà avere uno spessore di un paio di millimetri, se le fate troppo spesse non si cuoceranno in modo corretto.
A questo punto cuocetele una alla volta in una padella antiaderente a fiamma media uno o due minuti per lato. Quando le avrete cotte tutte, con l'aiuto di una rotella da pizza, tagliatele in spicchi  e servitele ancora tiepide insieme all'hummus.
Se le volete leggermente più croccanti, tagliatele e passatele al forno a 150°C per un 5/6 minuti.

Buon appetito!


domenica 25 gennaio 2015

Pancake vegan alla mela


I Pancake mi sanno da colazione della domenica mattina. Mi sono sempre piaciuti tantissimo, coi mirtilli, col cioccolato, con lo sciroppo d'acero... ci sono infinite varianti. Io oggi ve li propongo alla mela! 
La sfida in questo caso, era quella di fare una versione vegan, che non facesse perdere sofficità al pancake.. temevo che l'assenza di uovo potesse portare a questo. 
Ora vi spiego come fare oltre che i pancake, anche il sostituto dell'uovo usanto dei comunissimi semi di lino.

Ingredienti:

1 mela golden grande
80 gr. di farina 00
2 cucchiai di olio di girasole
1 cucchiaio di semi di lino
150 ml di latte di soia
1 cucchiaino di lievito per dolci
40 gr. di zucchero di canna
cannella
zucchero a velo per decorazione

In una ciotola setacciate la farina e il lievito e unite lo zucchero e un pizzico di cannella.
A parte mettete a bagno il cucchiaio di semi di lino con due cucchiai d'acqua e fate riposare dieci minuti; trascorso il tempo, noterete che si sarà formato una sorta di gel. Trasferite ora il composto in un tritatutto, unite l'olio e 50 ml del latte e frullate fino a che i semi saranno quasi completamente sminuzzati, dovrete ottenere una sorta di composto bianco e denso, simile ad un albume d'uovo.
Ora non vi resta che unire la farina al latte rimanete e al sostituto dell'uovo veg.
Sbucciate la mela e tagliatela a fettine sottili, circa 4-5 mm, armatevi di padella antiaderente che scalderete leggermente e passate ogni fetta di mela nella pastella ottenuta e cuocetela da un lato, non girate il pancake fino a che non vedrete la superficie ricoperta di bolle. E' importante non tenere la fiamma troppo alta, altrimenti si bruceranno facilmente. Continuate così fino ad esaurimento degli ingredienti, spolverate con lo zucchero a velo e servite caldissimi.

Buon appetito!