lunedì 21 aprile 2014

La pasta choux (bignè)


Questo periodo di latitanza doveva finire, dopo venti giorni di assenza eccomi qui!
Ve lo ricordate quando vi ho detto che le settimane volano? Ecco appunto, sti venti giorni dove sono finiti? E' stato un periodo intenso vi devo dire la verità, ma il ritorno qui lo facciamo seriamente; per Pasqua non sapevo che dolce fare, a dire il vero non avevo nemmeno molto tempo, sabato sono stata a Vicenza con delle amiche, ma di questo magari ne parlerò in un altro post, così mi sono detta perchè non fare i bignè con la crema? Poi però presa dalla gola dentro ci ho messo il gelato!

Ecco la ricetta base che uso io per la pasta choux, (il primo ingrediente sono i bicipiti per amalgamare bene le uova):

100 gr. di burro
1 cucchiaio di zucchero
200 ml di acqua
150 gr. di farina 00
1 pizzico di sale
4 uova medie

In una pentola mettete a fondere il burro con l'acqua, lo zucchero e il sale poi, armandovi di frusta e di parecchia energia, unite la farina setacciata e mescolate velocemente e con forza in modo tale da non formare i grumi, questa operazione vi consiglio di farla fuori dal fuoco.
Rimettete poi il tutto sulla fiamma non troppo alta e fate cuocere la farina fino a che non formerà una palla che si staccherà dalle pareti del tegame e fate raffreddare l'impasto ottenuto.
Ora, se siete dotati di una planetaria con gancio il gioco sarà facile, dovreste trasferire l'impasto nel cestello e unire le uova sbattute e lasciate lavorare fino a che l'impasto non sarà ben liscio ed omogeneo, se invece come me siete dotati solo di frusta e bicipite, con molta energia unite un uovo alla volta, mi raccomando, non unite altro uovo fino a che il precedente non è ben incorporato, e mescolate fino a ottenere un composto omogeneo.
Trasferite l'impasto in una tasca da pasticcere con bocchetta liscia e formate i bignè della dimensione che volete, diciamo che io ho fatto la forma standard da pasticceria.
Per la cottura procedete così: 15 minuti a 200°C con forno ventilato, altri 15 a 180°C, facendo sempre attenzione che non brucino, altrimenti abbassat ancora la temperatura e poi fateli raffreddare in forno altri 15 minuti con lo sportello leggermente aperto.
Quando saranno freddi potrete farcirli come più vi piace: io ho optato per gelato alla vaniglia, glassa al cioccolato e macedonia di fragole.

Buona pasquetta a tutti!

martedì 1 aprile 2014

Crostata di ricotta e cioccolato



La scorsa settimana è stato il compleanno di papà e domenica per festeggiarlo, ho preparto questo dolce che non mangiato davvero da anni.
Oggi inizia un nuovo mese, aprile dolce dormire si diceva vero? Ultimamente il sonno in realtà è davvero poco e sinceramente i giorni mi stanno scorrendo alla velocità della luce. Aprile? Ma non era ieri Capodanno e io ero beatamente a godermi le ferie, riposare, cucinare ed essere fastidiosamente felice? Vale dai, manca solo un mese scarso a Pasqua e al ponte del I° Maggio... resistere è la parosa d'ordine!

Ingredienti:

Per la frolla:
300 gr. di farina
1 cucchiaino di lievito per dolci
2 cucchiai di zucchero
200 gr. di burro freddo
acqua quanto basta
 
Per la crema:
 
500 gr. di ricotta
100 gr. di gocce di cioccolato
130 gr. di zucchero
2 uova
2 cucchiai di marmellata di arance
 
La prima cosa da fare è preparare la frolla seguendo la classica procedura e fatela raffreddare in frigo per mezz'ora, dopo di che stendene i 2/3 per foderare uno stampo da crostata.
A parte preparate la crema mescolando la ricotta con lo zucchero, unite poi le uova una alla volta e terminate con gli altri ingredienti. 
Con l'impasto rimanente fatte le classiche strisce e decorate il dolce, spolverate poi con dello zucchero e infornate per 40 minuti a 180°C, se vedete che si scurisce troppo abbassate a 150°C.
Riponete poi il dolce in frigo per qualche ora.
 
Buon appetito!



domenica 23 marzo 2014

Domeniche di pensieri e biscotti al cioccolato


Questa foto riassume una domenica mattina piovosa e grigia in cui mi sono alzata tardi, ero a casa da sola e mi sono presa un po' di tempo per far colazione con tutta calma e non come durante la settimana dove c'è appena tempo per un caffè.
Siamo sempre di corsa, spesso passiamo più tempo a lavoro che con le persone che amiamo e finiamo per vivere le giornate in un modo così meccanico che nemmeno ce ne rendiamo conto. Oscar Wilde diceva che "vivere è raro, la maggior parte della gente esiste e nulla più" ed è la verità; troppo spesso intorno a me vedo persone che sono inghiottite dalle paure, dai problemi, dall'ansia ma dai miei ancora non 25 anni penso che sia la cosa più sbagliata. Facciamo scorrere il tempo senza pensare che ogni giorno potrebbe essere IL giorno, se stiamo li ad aspettare che arrivi l'occasione giusta, la persona giusta o il momento giusto rischiamo sempre di perdere il treno e non è detto che ripassi; bisogna avere quel pizzico di coraggio, di buttarsi anche se non si sa dove si andrà ad atterrare, a volte non si vuole rischiare solo per paura di farsi del male.
Quindi fatemi un favore, cercate sempre di alzarvi con un sorriso e di donarlo agli altri, arrabbiatevi pure, ma non portate rancore, cercate di essere felici delle piccole cose di ogni giorno, godetevi i momenti con le persone che oggi sono nella vostra vita perchè se vi fanno star bene ve le porterete sempre nel cuore e le ricorderete con piacere, se vi manca qualcuno, diteglielo, magari non aspetta altro, se non siete felici del vostro lavoro, della vostra vita, fate qualcosa per cambiarla. 
Una persona un giorno mi ha detto: "il destino non esiste, il destino è per chi ama aspettare. La vita è fatta di scelte che ci possono poi portare nel posto giusto." E forse forse non aveva tutti i torti.

Mi sono dilungata un po' lo so, ma ora passiamo alla ricetta dei biscotti, sono senza burro e senza uova.

250 gr. di farina 00
100 gr. di gocce di cioccolato
1 bustina di lievito per dolci
aroma di vaniglia
100 ml di latte di riso
70 gr. di zucchero
1 pizzico di sale
acqua q.b

In una ciotola abbastanza capiente mescolate gli ingredienti secchi ad eccezione del cioccolato, unite il latte di riso e iniziate ad impastare, se lo ritenete necessario unite l'acqua un cucchiaio alla volta, deve venire un impasto simile a quello del pane. Lavoratelo bene per qualche minuto con le mani e unite le gocce di cioccolato cercando di distribuirle in modo uniforme, lavorate velocemente per non farle sciogliere (io le avevo finite, qui ho usato 100 gr di cioccolato fondente tritato a coltello).
date ora al vostro impasto una forma rettangolare alta circa 1 cm e trsferitelo in forno già caldo dove farete cuocere il tutto per 30-35 minuti a 150°C, la temperatura non deve essere troppo alta per non far scurire troppo l'esterno.
Una volta cotto lasciatelo freddare per qualche oretta, dopo di che tagliate il tutto a fettine sottili di circa 5mm e trasferite su una placca fa forno, ripassate il tutto in forno per 10 minuti a 180°C in modo da ottenere l'effetto biscottato. Fate freddare e i vostri biscotti sono pronti.

Buona colazione!

Strudel di patate e scamorza affumicata



Chi ha detto che lo strudel è soltanto dolce? Questo è salato ed è un ottimo antipasto!

Ingredienti:

1 rotolo si pasta sfoglia rettangolare
300 gr. di patate lesse
200 gr. di scamorza affumicata
1 uovo
prezzemolo, sale

La sua realizzazione è davvero facile, schiacciate le patate al passaverdure in modo tale da ottenere una purea, unite l'uovo e la scamorza grattugiata oppure tagliata a dadini molto piccoli; correggete di sale e finite col prezzemolo.
Potete realizzare un unico rotolo come nel mio caso, oppure preparare dei rotolini monoporzione oppure, se vi piace l'idea, delle piccole mezzelune.
Io ho fatto un rotolo unico: prendete la sfoglia e distribuite il composto in modo uniforme su tutta la superficie avendo cura di lasciare almeno due dita dal bordo, arrotolate e sigillate bene tutte le estremità.
Cuocete in forno a 200°C fino a che la pasta sfoglia non sarà ben gonfia e dorata. Servite tiepido.

Buon appetito!

domenica 16 marzo 2014

Seitan con patate saltate e peperoni


Lo scetticismo verso alcuni piatti devo ammetere che ce l'ho. Tipo il tofu, mi fa paura lo giuro. Ne ho assaggiato un boccone una volta ed è stato subito ODIO. Passato questo periodo di trauma però ho deciso di provare il Seitan e che dire, è stato amore a primo morso, ultimamente lo sto usando come sostituto della carne.

Ingredienti per 2 persone

3 patate di medie dimensioni
1 peperone giallo
1 piccola cipolla
200 gr. di wurstel di seitan

La ricetta è davvero semplice e veloce, la cosa più lunga da fare è tagliare tutte le verdure in pezzi piccoli e regolari per facilitare la cottura, dovrete quindi ridurre a cubetti le patate e i peperoni e tritare finemente la cipolla.
Ora prendete una padella capiente e iniziate con il rosolare la cipolla e le patate, fate cuocere 10 minuti. Trascorso il tempo potete unire i peperoni e i wurstel di seitan tagliate a rondelle e fate cuocere per altri 10 miuti, le verdure dovranno essere cotte ma ben rosolate.
Servite il tutto accompagnato da un cucchiaino di senape.

Buon appetito!

domenica 9 marzo 2014

Plumcake integrale alle mele


Ultimamente sto provando nuovi ingredienti, sia per il dolce che per il salato. Ogni tanto mi piace cambiare e sperimentare, sia nella cucina che nella vita... altrimenti che gusto c'è?
Così qui ho provato due ingredienti di cui ho sempre sentito parlare, lo zucchero di canna moscovado che è un particolare zucchero di canna scuro, non raffinato, con un forte sapore di melassa e la farina di kamut, in questo caso integrale, che non avevo mai provato nei dolci, ma solo per fare il pane e la pizza.

Ma veniamo agli ingredienti:

150 gr. di zucchero muscovado
180 gr. di farina d kamut integrale
1bustina di lievito per dolci
1 bacello di vaniglia
2 uova
4 mele
1/2 bicchiere di olio di semi

La ricetta è molto semplice, la prima cosa da fare è montare molto bene le due uova con lo zucchero fino a che il composto non sarà ben gonfio, rimarrà scuro perchè è la caratteristica di questo zucchero, sempre montando unite l'olio.
A questo punito unite la farina e il lievito setacciati insieme a un pizzico di sale e mescolate velocemente. Prendete due mele grattuggiatele nell'impasto, le altre due invece tagliatele a fettine sottili. Ora non vi resta che versare il composto nello stampo e decorare con le fette di mela inserendole in verticale nell'impasto.
Cuocete per circa 40 minuti a 180°C, ma fate sempre la prova stecchino.

Buon appetito!

mercoledì 5 marzo 2014

Seppie in umido


Questo piatto non lo avevo mai provato, mi ha sempre incuriosito e l'ho mangiato anche svariate volte, ma non so perchè non mi sono mai cimentata nella sua preparazione, fino a quando, a furia di sentir dire dalla mia collega Martina quanto fossero buone, mi sono decisa a farle (con la sua ricetta super collaudata!)

Ingredienti per 4 persone:

600 gr. di seppie già pulite
300 gr. di pisellini sgranati, freschi o surgelati
3 cucchiai di olio di oliva
1 carota
1 costa di sedano
1 cipolla piccola
1 spicchio di aglio
1 bicchiere di vino bianco
300 gr. di polpa di pomodoro
sale, pepe, prezzemolo

Per prima cosa sciacquate le seppie sotto l'acqua corrente, staccate i ciuffi di tentacoli e tagliate le sacche a strisce larghe 1 cm circa.
Scaldate l'olio in una casseruola a fuoco medio e fatevi soffriggere le verdure sminuzzate per qualche minuto, aggiungendo l'aglio solo quando le verdure saranno appassite. Unite le seppei e lasciate cuocere qualche minuto o fino a quando non sono più traslucide, quindi versate il vino e lasciatene evaporare metà.
Unite la polpa dei pomodori, sale, pepe e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 30 minuti, aggiungendo se necessario poca acqua calda.
Unite i pisellini e proseguite la cottura per altri 15-20 minuti o fino a quando i pisellini saranno teneri. Ultimate con il prezzemolo tritato e servite con una fetta di polenta.

Buon appetito!